Paypal ha acquistato il 70% di tutti i Bitcoin appena estratti il mese scorso come razzi della domanda

Paypal ha acquistato fino al 70% di tutti i bitcoin appena estratti da quando il gigante dei pagamenti ha iniziato ad offrire servizi di criptovaluta quattro settimane fa.

Ora questo secondo le stime del gestore di hedge fund Pantera Capital, come rivelato nella sua ultima lettera mensile a catena di blocco. Insieme alla Cash App di Square, le due società stanno acquistando più del 100% di tutti i bitcoin vergini di nuova emissione (BTC), si dice.

Nella lettera si dice che la domanda per il servizio di crittografia di Paypal, che funziona su Paxos fiat-to-crypto exchange, Itbit, ha raggiunto il tetto. La borsa „stava facendo un volume di scambi abbastanza costante… [ma] quando Paypal è entrato in funzione, il volume ha iniziato ad esplodere“, ha osservato, aggiungendo:

L’aumento del volume di Itbit implica che entro quattro settimane dalla messa in funzione, Paypal sta già acquistando quasi il 70% della nuova fornitura di bitcoin.

Paypal ha acquistato il 70% di tutti i Bitcoin appena estratti il mese scorso come razzi della domanda

Paypal ha annunciato alla fine di ottobre che i suoi clienti – oltre 300 milioni di utenti attivi – potranno ora acquistare, detenere e vendere bitcoin e altri beni digitali utilizzando i loro conti Paypal.

La decisione significava anche che gli utenti potevano usare le loro monete per comprare cose dai 26 milioni di commercianti che accettano Paypal, ha detto. Paypal ha lanciato il servizio di crittografia ai clienti statunitensi all’inizio di questo mese, mentre il resto del mondo sarà integrato più tardi.

I prezzi Bitcoin Revolution sono saliti insieme alle notizie di Paypal, superando i 12.000 dollari al momento dell’annuncio del servizio, e da allora ha mantenuto lo slancio rialzista, raggiungendo un massimo di tre anni di 18.997 dollari il 20 novembre.

Pantera Capital ha notato che il servizio di crittografia Paypal sta „già avendo un impatto enorme“. Come mostrato nel grafico sopra, ha previsto che se la „crescita persiste, Paypal da solo comprerebbe più di tutto il bitcoin di nuova emissione in poche settimane“.

La lettera sostiene anche che l’attuale rally di bitcoin è molto più „sostenibile“ di quello del 2017 a causa della crescente domanda istituzionale da parte di entità come Paypal, Cash App e Robinhood, che rendono facile l’acquisto di bitcoin.

„In precedenza l’attrito di comprare bitcoin era piuttosto oneroso: prendete un selfie con il vostro passaporto, aspettate giorni a settimana per essere attivati, limiti giornalieri“, ha detto la lettera.

I dati mostrano che l’attuale rally di bitcoin è stato in gran parte guidato da acquirenti istituzionali. Secondo il sito bitcointreasuries.org, che cura gli investimenti di bitcoin da parte di società quotate in borsa, circa 21 aziende, tra cui Microstrategy Inc e Galaxy Digital Holdings, detengono una riserva complessiva di 14,42 miliardi di dollari di BTC. Si tratta di 832.351 BTC, ovvero oltre il 4% dell’offerta circolante di bitcoin.

Un certo numero di questi acquisti sono avvenuti negli ultimi mesi, spingendo il prezzo del bitcoin più alto. Pantera Capital afferma che la carenza di bitcoin derivante dall’elevata domanda aziendale significa che i simili di Cash App, che ha recentemente riportato un fatturato record di 1,6 miliardi di dollari in bitcoin, dovranno pagare di più per ogni moneta.

„Quando altre grandi istituzioni finanziarie seguiranno il loro esempio (Cash App), la scarsità dell’offerta diventerà ancora più sbilanciata. L’unico modo per equilibrare la domanda e l’offerta è a un prezzo più alto“, ha spiegato.

Related Post